Archivi autore: RSU

Trattativa sulle Indennita’: di Posizione e Responsabilita’, Professionali ed Orarie (straordinario, disagiato, etc)

L’assemblea generale di lunedì 20 novembre sulle Indennità di Posizione e Responsabilita’, Professionali ed Orarie (straordinario, disagiato, etc) sentita la relazione sullo stato della trattativa in corso svolta dal Coordinamento RSU (consultabile sul sito www.rsu.unimi.it ), ha manifestato, in diversi interventi, il disagio diffuso in ateneo, che non sta trovando alcuna risposta dalla riorganizzazione in atto. L’introduzione di nuove procedure e applicativi determina continui problemi, aumento disomogeneo di carichi di lavoro che non trovano né riconoscimento, né risposta. Per quanto concerne il tema delle indennità e del salario accessorio è comune e condivisa la richiesta all’amministrazione di fare tutto il possibile per certificare risorse aggiuntive.

Quindi, dopo ampio dibattito, l’Assemblea ha condiviso l’impostazione tenuta dalla stessa RSU, che per brevità sintetizziamo nei seguenti punti:

  • Accrescere tutti quegli accorgimenti che consentono una maggiore trasparenza e leggibilita’ delle pesature delle posizioni di responsabilita’;
  • Declinare maggiormente le posizioni professionali e di responsabilita’ per i dipartimenti e per le aree scientifiche ed ospedaliere;

Infine alcuni interventi hanno sottolineato l’assenza in ateneo di pratiche organizzative che favoriscano un benessere di relazione tra colleghi e tra questi ed i propri Responsabili, sottolineando anche la necessita di una coerenza tra esito della valutazione dei Dirigenti con la valutazione – prevista ogni anno – delle posizioni di responsabilita’.

La RSU pertanto sara’ convocata a breve per la prosecuzione della trattativa.

                                                                                     Comunicato nr. 27/2017 – 23 novembre 2017

CITTA’ STUDI: esito del presidio e discussione con Comune Milano

Martedi 21 novembre, si e’ tenuto un presidio di cittadini, studenti, docenti, residenti, lavoratori dell’università dinanzi al Comune di Milano, Palazzo Marino, in concomitanza con i lavori della Commissione Consiliare Congiunta Urbanistica e Politiche Ambientali, che – in prosecuzione dei lavori del 14 novembre u.s.. – discuteva della situazione di Città Studi alla luce dell’ipotizzato trasferimento di parte delle Università.

Molti gli interventi – tra cui quello della RSU – in difesa di Citta’ Studi, a favore del suo rilancio e contro il trasferimento dei dipartimenti scientifici nell’area ExEXPO.

L’ “Assemblea di Citta’ Studi” ha posto al Sindaco Sala, all’Assessore all’Urbanistica Maran, a tutto il Consiglio Comunale di Milano dieci domande per iscritto, chiedendo che le risposte vengano date analogamente per iscritto (trovate i 10 quesiti in allegato). Mentre aspettiamo le risposte abbiamo chiesto – al Comune di Milano – che tutti gli atti che possano produrre vincoli sul trasferimento siano sospesi e che venga finalmente avviato un progetto comparativo “super partes” per la ristrutturazione e l’eventuale ampliamento delle strutture di Città Studi e aree limitrofe (per es. lo scalo di Lambrate che sarà oggetto di riqualificazione), che tenga anche conto degli impatti socio-economici dell’operazione.

domande_risposte