Archivi categoria: Verbali riunioni RSU

Verbali delle riunioni RSU

VERBALE DELLA RIUNIONE RSU DELL’11 MARZO 2013

In data 11 marzo 2013, presso la saletta sindacale di via Festa del Perdono, si è riunita la RSU d’Ateneo.
Presenti alla riunione: Marcello Assolari, Gianni Carzaniga, Andrea Cerini, Cassandra De Marco, Anna Ettore, Katiuscia Gimelli, Davide Lo Prinzi, Morgana Marchesoni, Paola Papagna, Umberto Varischio, Andrea Zepponi.

Presiede la riunione Davide Lo Prinzi, svolge funzioni di segretario Paola Papagna.

OdG previsto:

1) Approvazione verbale riunione RSU del 25 febbraio 2013;
2) Valutazione dell’incontro politico con l’Amministrazione dell’8 marzo 2013;
3) Varie

Verificata la presenza del numero legale il Presidente dà inizio alla riunione.

Punto 1)

Prima di procedere all’approvazione del verbale della precedente riunione, la RSU concorda nel fare una precisazione metodologica riguardo la redazione dei verbali: le motivazioni delle astensioni verranno riportate se l’interessato lo richiede.
Viene quindi approvato il verbale della seduta RSU del 25 febbraio (10 favorevoli – 1 astensione- Varischio, perché non presente).

Punto 2)

Il Presidente fa una breve introduzione di carattere generale elencando sinteticamente gli argomenti che sono stati trattati, alcuni solo accennati, durante l’incontro: asili nido/voucher, trasporti e assicurazioni sanitarie, proposta di apertura serale e nei fine settimana delle biblioteche di Ateneo, riorganizzazione delle ex-presidenze di Facoltà.
C’è stata la presentazione del delegato per le Relazioni Sindacali, Prof. Alessandro Boscati, docente di Diritto del Lavoro.
E’ già stato fissato un ulteriore incontro di trattativa per il 25 marzo.

La RSU propone e approva l’invio di una lettera all’amm.ne per richiedere:
– la calendarizzazione degli incontri
– la definizione degli ordini del giorno effettivi degli incontri
– un incontro specifico sulla riorganizzazione delle ex-presidenze di Facoltà
– che la documentazione riguardante gli argomenti in discussione sia fornita alla RSU con largo anticipo in modo da permettere un’approfondita discussione e valutazione preventiva delle  proposte.

Si passa quindi all’analisi della bozza di accordo presentato dall’Amministrazione riguardante l’erogazione di voucher al personale d’Ateneo per la fruizione degli asili nido.
La RSU, dopo ampia discussione e approfondimento, mette ai voti le seguenti richieste da inviare all’Amm.ne:

–    che il contributo del voucher non sia proporzionale alla percentuale del rapporto di lavoro; (10 a favore 1 astenuto – Assolari)
–    che siano mantenuti distinti i due fondi di 230.000 € per il personale tecnico-amministrativo e di 20.000 € per il personale docente e ricercatore; (10 a favore 1 astenuto – Assolari)
–    che venga istituito un fondo con risorse aggiuntive per il personale assegnista e dottorando da contrattare con le OO.SS.; (8 a favore 3 astenuti – Assolari. Ettore, Zepponi)
–    che venga posta in essere una convenzione non onerosa con un asilo nido nei pressi di quello aziendale (S. Sofia) che garantisca un numero di posti pari al numero di bambini che attualmente usufruiscono di quell’asilo per permettere loro di completare il percorso  pedagogico; (10 a favore 1 astenuto – Assolari)
–    che si preveda una nuova fase di contrattazione dopo il primo anno di sperimentazione; (10 a favore 1 astenuto – Assolari)
(Assolari chiede venga messo a verbale che si astiene poiché si riserva di vedere la proposta definitiva dell’amm.ne)

La RSU concorda di chiedere all’Amm.ne di essere messa a conoscenza, prima dell’incontro politico del 25 marzo 2013, del costo della retta dell’asilo nido nei pressi di via S. Sofia con cui si procederà al convenzionamento.

Punto 3)

a. De Marco interviene sulla proposta di apertura serale e nei fine settimana delle biblioteche dell’Ateneo, accennata durante l’incontro, sottolineando l’opportunità che l’argomento venga trattato nello specifico in una riunione RSU una volta recepita la proposta dell’Amministrazione.

Esaurita la discussione dei punti all’OdG la riunione termina alle 16:20.

VERBALE DELLA RIUNIONE RSU DEL 25 FEBBRAIO 2013

In data 25 febbraio 2013 alle ore 13.30, presso la saletta sindacale di via Festa del Perdono, si è riunita la RSU d’Ateneo.

Presenti alla riunione: Zanetta, Carrapa, Carzaniga, Cerini, Marchesoni, Gimelli, Zarantonello Papagna, Gandini, Croci, De Marco, Liistro e Assolari. Alle ore 14.30 Claudio Canevari

Presiede la riunione Nadia Liistro, svolge funzioni di segretario verbalizzante Marcello Assolari.

Ordine del giorno:

1) approvazione verbale riunione RSU del 28 gennaio 2013;
2) delibera assegnazione ore di permesso sindacale RSU per il 2013;

3) formalizzazione delle richieste RSU approvate nella riunione del 10 dicembre 2012;
4) ripresa discussione su distribuzione una tantum FCA;
5) ulteriori proposte su politiche di conciliazione;
6) situazione riorganizzazione ex-presidente e attuale gestione della didattica;
7) varie.

Verificata la presenza del numero legale, il Presidente dà inizio alla riunione.

 

Punto 1) approvazione verbale riunione RSU del 28 gennaio 2013;

È approvato con 9 voti a favore e 4 astenuti (Assolari, Liistro, Croci e Zanetta) il verbale della seduta RSU del 28 gennaio 2013.

Punto 2) delibera assegnazione ore di permesso sindacale RSU per il 2013;

 Visto il Decreto n. 23036 del Direttore Generale che stabilisce che per l’anno 2013, il monte ore dei permessi assegnato alla RSU è di ore 814. La RSU all’unanimità assegna a ciascun eletto 38.5 ore, eventuali avanzi saranno ripartiti secondo il regolamento interno vigente.

Punto 3) formalizzazione delle richieste RSU approvate nella riunione del 10 dicembre 2012;

Liistro chiede che ogni proposta emersa nell’incontro politico sia sviluppata in modo da sottoporre all’amministrazione una proposta organica. Inoltre comunica che sta facendo uno studio per interventi a favore di dipendenti con genitori anziani, chiede che tale iniziativa sia aggiunta alle politiche di conciliazione fino ad ora concordate. APPROVATA

Cerini dice che ha visionato il documento “Convenzione Sanitari” della Bicocca, lo illustra brevemente e aggiunge che per il nostro Ateneo l’ammontare del contratto sarebbe molto gravoso inoltre aggiunge che essendo di tipo privatistico non lo ritiene opportuno.

De Marco dice che se la polizza è di tipo privatistico, non intende aderirvi.

Canevari afferma che in taluni casi il privato può essere necessario per sopperire alle lunghe liste di attesa del pubblico, ideologicamente è d’accordo a non istituire tali polizze privatistiche ma vorrebbe analizzare meglio la questione.

Zarantonello la sua esperienza lavorativa e i fatti di cronaca sulla sanità in regione Lombardia rendono evidente la non affidabilità delle strutture private.

Liistro chiede che il documento sia inoltrato ai componenti della RSU per un’analisi, nel frattempo sia istituita una commissione che vagli proposte alternative da presentare all’amministrazione per una più articolata discussione.

GRUPPO DI LAVORO: CERINI, MARCHESONI, ZANANTORELLO, ZANETTA, ASSOLARI, GANDINI, CANEVARI, resta altresì sottointeso che qualsiasi componente della RSU è titolato a parteciparvi.

Punto 4) UNA TANTUM

Cerini ricorda quanto proposto dalla CISL e cioè ripartire il fondo comune di ateneo in egual misura indipendentemente dalla categoria di appartenenza.

Liistro sottolinea che la quota una tantum andrebbe rivista alla luce della revisione del fondo comune d’ateneo.

Gimelli sottolinea che la forza della RSU è maggiore se si ha una politica comune.

De Marco è d’accordo per questa distribuzione una tantum uguale per tutte le categorie. Se in futuro ci saranno altre una tantum bisognerà pensare a un altro meccanismo di ripartizione.

Carrapa sottolinea che d’ora in avanti deve essere chiaro che c’è una posizione unitaria, una volta raggiunta tale posizione, anche se solo a maggioranza nessun altro può screditare tale posizione, nemmeno le OO.SS chiamate in contrattazione.

De Marco ricorda a Carrapa che nella procedura di trattativa tra parte pubblica e sindacale sia la RSU sia le OO.SS. possono parteciparvi ed hanno diritto di espressione. Ricorda che come fino ad oggi avvenuto si è sempre anteposta la posizione della RSU, solo in seguito le OO.SS. hanno fatto i propri rilievi secondo coscienza.

La maggior parte dei componenti RSU concorda con quanto sottolineato dalla De Marco.

È approvata con 11 voti a favore e 2 astenuti la proposta che solo in concorso con l’aumento dell’FCA l’eventuale quota della “ripartizione del fondo comune di ateneo – integrazione “ venga distribuita in egual misura indipendente dalla categoria di appartenenza.

Punto 5) ulteriori proposte su politiche di conciliazione;

Trattato nel punto 3

Punto 6) situazione riorganizzazione ex-presidente e attuale gestione della didattica;

Carrapa pone all’attenzione dei componenti della RSU le problematiche relative al personale che è afferito nei Dipartimenti e si occupa attivamente di didattica, solo alcune strutture che avevano già un organigramma che prevedeva le segreterie didattiche all’interno dei Dipartimenti funzionano, le altre stanno lavorando al di sopra delle proprie possibilità. Il personale delle segreterie didattiche di Facoltà (ex- Presidenze) sono male impiegati.

Anche la gestione del SIFA e di W4 è schizofrenica e la questione è ancora più grave, se si pensa che a breve si pubblicheranno i nuovi Manifesti degli studi!

Carrapa ribadisce l’esigenza di trattare la gestione della didattica nel suo insieme, onde evitare ulteriori deformazioni e mal funzionamenti della stessa. Come da regolamento d’Ateneo, la gestione della didattica è priorità dei dipartimenti, quindi è indispensabile che si creino efficaci canali di comunicazione tra ciò che sostituirà le ex Presidenze e il personale che gestisce la didattica nei Dipartimenti.

Sottolinea che questa fase di afferenza repentina ai dipartimenti è stata prospettata come transitoria, quindi l’amministrazione è tenuta a valutare e accogliere eventuali situazioni critiche, onde evitare ulteriori disagi al personale coinvolto in trasferimenti non proprio ortodossi (spesso avvenuti tramite colloquio telefonico).

Lasciano la riunione alle ore 15.00 i colleghi Zanetta e Gimelli.

Partecipa all’incontro su richiesta dei componenti RSU il Senatore Alberto Airoldi, facendo notare che nell’ultima commissione sulla stesura del Regolamento Generale d’Ateneo mancava nella bozza della Dott.ssa De Gaetano un articolo o comunque qualsiasi rimando ai Centri di Servizio Interdipartimentali. Il prof. Donzelli componente del Senato ha sollevato la questione e nelle prossime commissioni sarà inserita un’integrazione così come confermato dal Rettore nella stessa commissione. Airoldi aggiunge che da quanto emerso è, sua opinione, che i neonati centri di servizio avranno un raccordo con l’amministrazione centrale molto snello, diversamente da quanto prospettato in precedenza con il CASSD. Tutti i Senatori partecipanti hanno convenuto che il problema delle ex. Presidenze debba essere risolto in tempi bravi, Airoldi comunica che la commissione si riunisce tutti i martedì.

 

Punto 7) VARIE

De Marco pone in questione una delle ultime affermazioni fatte ai mezzi d’informazione dal Rettore e cioè l’intenzione di mantenere aperte le biblioteche dell’Ateneo nelle giornate del sabato e dalla domenica, esternalizzando il servizio a società private. Chiede pertanto che sia inviata una richiesta d’informazione circa le modalità di svolgimento del servizio all’amministrazione. APPROVATA

Assolari fa notare che nell’incontro politico del 14 dicembre 2012, presente il Rettore, lo stesso si era impegnato per dare una risposta circa la riorganizzazione delle ex. Presidenze/servizi generali entro la fine di gennaio 2013, anche in ragione delle 126 persone interessate cui spetta una risposta. Pertanto chiede l’invio di una richiesta urgente al Rettore affinché mantenga la promessa d’informazione condividendo con la RSU e OOSS il processo di riorganizzazione. APPROVATA

La seduta è tolta alle ore 16.00

 

 

VERBALE DELLA RIUNIONE RSU DEL 28 GENNAIO 2013

In data 28 gennaio 2013, presso la saletta sindacale di via festa del Perdono, si è riunita la RSU d’Ateneo.

Presenti alla riunione: Gianni Carzaniga, Andrea Cerini, Cassandra De Marco, Anna Ettore, Ernesto Gandini, Daniela Ghezzi, Katiuscia Gimelli, Davide Lo Prinzi, Morgana Marchesoni, Paola Papagna, Umberto Varischio, Marina Zarantonello, Andrea Zepponi.

Sono inoltre presenti Jean Masciullo e Francesco Pagnotta.

Presiede la riunione De Marco, svolge funzioni di segretario Papagna.

 

OdG previsto:

1)    approvazione del verbale della riunione RSU del 10 dicembre 2012;

2)    incontro con Amministrazione del 24 gennaio;

3)    varie

Verificata la presenza del numero legale il Presidente dà inizio alla riunione comunicando che, su richiesta di Varischio, viene anticipata la discussione di due argomenti del punto 3) “Varie” subito dopo il 1° punto all’OdG.

 

Punto 1)

Viene approvato all’unanimità il verbale della seduta RSU del 10 dicembre 2012

 

Anticipo argomenti punto 3)

Vengono sottoposte all’approvazione della RSU:

–          bozza del comunicato da inviare al personale UNIMI sull’INCONTRO DEL 24 GENNAIO 2013 CON L’AMMINISTRAZIONE (approvata all’unanimità)

–          bozza della lettera da inviare all’Amministrazione avente per oggetto: “Richiesta di rendere disponibile SISTEMA UNIVERSITÀ’ solo in formato digitale” (approvata all’unanimità)

–          bozza della lettera da inviare all’Amministrazione avente per oggetto: “Richiesta invio comunicazioni e documentazione alla RSU unicamente in formato elettronico” (approvata all’unanimità)

 

Punto 2)

La RSU discute, approfondisce e commenta gli argomenti trattati durante l’incontro sindacale con l’amministrazione del 24 gennaio

 

VAUCHER E ASILI NIDO

La proposta presentata dall’Amministrazione prevede l’abolizione degli attuali nidi con l’istituzione di voucher in base alla dichiarazione I.S.E.E., spendibili in strutture pubbliche o, dove non possibile, anche in quelle convenzionate o private.

La RSU, dopo un’attenta analisi della proposta e un’ampia discussione, elabora una risposta da inviare all’amministrazione articolata in più punti/richieste che sottopone ad approvazione:

–          condivisione della proposta dell’amministrazione di istituire voucher per asili nido in sostituzione del servizio ora offerto (12 a favore, 1 astensione – Varischio)

–          richiesta di avviare una fase di contrattazione per definire le regole per l’erogazione dei voucher (approvata all’unanimità)

–          richiesta di aumentare, per i vaucher, l’attuale budget previsto per gli asili nido (approvata all’unanimità)

–          richiesta di dare l’accesso ai voucher alla stessa platea cui è rivolto il servizio attuale (approvata all’unanimità)

–          richiesta di discutere e approfondire in sede di contrattazione la questione dell’esclusione dall’accesso ai voucher per chi usufruisce dei benefici di cui al Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle pari opportunità (approvata all’unanimità)

–          richiesta che l’importo dei voucher dovrà essere inversamente proporzionale a fasce di reddito basate sull’ISEE (approvata all’unanimità)

–          richiesta di avere, prima dell’avvio della contrattazione, una dettagliata informazione da parte dell’amministrazione sulle simulazioni svolte sulla platea ipotetica di utilizzatori (approvata all’unanimità)

–          richiesta di avviare un confronto annuale con l’amministrazione per una valutazione approfondita dei risultati (approvata all’unanimità)

 

PUNTI ORGANICI 2012

La RSU ribadisce la richiesta avanzata durante l’incontro che i 7,7 punti organico, da dividere secondo le leggi in vigore in percentuale fra personale T.A. e professori associati, vengano unicamente utilizzati a favore del personale T.A., considerato che per le assunzioni dei professori associati c’è un fondo specifico loro riservato.

La RSU ha preso atto che l’amministrazione non ha, di fatto, risposto a questa richiesta comunicando che al momento si devono ancora completare le assunzioni previste con i punti 2011.

 

UTILIZZO FONDO 2012

La RSU ha proposto un aumento del Fondo Comune di Ateneo attraverso la revisione del Regolamento per l’affitto degli spazi, l’inclusione di nuove voci dal conto terzi e gli introiti del Tirocinio Formativo Attivo.

La RSU ha preso atto che l’amministrazione, pur non essendo contraria a trovare altre voci per incrementare il Fondo, ha manifestato dubbi e preoccupazioni sulla distribuzione dell’eventuale incremento.

Sul fondo accessorio l’amministrazione ha dichiarato che tale fondo sarà confermato per il 2013 confermando quanto richiesto dalla RSU.

 

AZIONI DI WELFARE A FAVORE DELLE/DEI DIPENDENTI – CONVENZIONI SANITARIE

La RSU ha preso atto che l’amministrazione ha accolto le proposte presentate ed in particolare:

–          non si è dichiarata contraria ad apportare un lieve incremento sul fondo trasporti

–          è favorevole alla possibilità di stabilire forme di rimborso per le spese mediche, odontoiatriche e oculistiche, anche in relazione a quanto potrà essere deciso nel prossimo futuro da altri Atenei milanesi

–          è favorevole alla concessione di sconti sui contributi universitari per i figli dei dipendenti, manifesta invece alcune perplessità sulla concessione degli stessi ai dipendenti

 

RIORGANIZZAZIONE EX-PRESIDENZE

L’Amministrazione ha confermato che il Rettore sta elaborando una proposta da portare in discussione in tempi brevi.

 

Punto 3)

  1. a.    De Marco chiede di inviare sollecito al Rettore affinché attribuisca al più presto la prevista delega alle relazioni sindacali.
  2. b.   La RSU si impegna a formalizzare per l’invio all’amministrazione le proposte condivise e approvate durante le riunioni.
  3. c.    La RSU dalla prossima riunione riprende la discussione sulla distribuzione dell’UNA TANTUM del F.C.A e avvia la discussione di proposte su politiche di conciliazione

 

 

Esaurita la discussione dei punti all’OdG la riunione termina alle 16:15.