INFORMATIVA SINDACALE E RIORGANIZZAZIONE

Lo scorso 18 luglio si è tenuto un tavolo di trattativa, con il seguente odg:

–    Informativa sul “Piano Stabilizzazioni 2019 per il superamento del precariato nelle Pubbliche Amministrazioni”;

–    varie ed eventuali.

Abbiamo chiesto di affrontare anche i seguenti argomenti:

– Chiarimento in merito a indagine mobilità biblioteche e bando di concorso n.19260;

In particolare, in merito alle flessibilità oraria di 15 minuti e non di un’ora come previsto secondo il vigente Accordo decentrato sull’applicazione delle tipologie di orario di lavoro e di servizio.

– Ipotesi di accordo congedo parentale a ore;

– Richiesta di chiarimento in merito al servizio erogato al sabato dal personale CASLOD;

– Telelavoro (richieste respinte);

Abbiamo chiesto spiegazioni e sollecitato l’accoglienza delle richieste ben motivate.

– Avvio tavolo politiche conciliative (lavoro agile, ecc);

Abbiamo chiesto che le tematiche di contrattazione che riguardano la conciliazione casa-lavoro, nonché il lavoro agile, vengano affrontate a partire da settembre.

– Calendario contrattazione;

Ci sono stati ampi spazi di chiarimento e le criticità sono state accolte dalla parte pubblica.

Il Direttore Generale ha comunicato che entro la fine del mese dovrebbero essere emanate le determine della macro-organizzazione e che la micro-organizzazione si avvierà a settembre.

 

PEO 2019

Come dichiarato nei precedenti comunicati informativi, con il bando in corso, il personale escluso dalle precedenti selezioni (2016-2017-2018), avrà la possibilità di ottenere una progressione economica orizzontale.

AGGIORNAMENTI CAMPUS A RHO-EXPO

PUBBLICATO IL BANDO PER IL CAMPUS A RHO-EXPO

Il Consiglio di Amministrazione il 23 luglio ha dato il via libera alla pubblicazione del bando per la costruzione del nostro campus in zona Rho-EXPO.

Verrà assegnato all’inizio del 2021. L’opera dovrebbe essere ultimata e consegnata nel 2025: riportiamo in fondo un crono programma dei lavori.

La società australiana Lendlease, che presentò una proposta di iniziativa privata approvata dalla precedente governance presieduta dal Prof. Vago nel marzo 2018, avrà diritto di prelazione.

Come avrete più volte letto nelle nostre precedenti comunicazioni, le principali preoccupazioni della R.S.U. d’Ateneo sono il mantenimento di un significativo polo a Città Studi e la sostenibilità economico-finanziaria dell’operazione.

Accogliamo con favore i correttivi operati in questi mesi dalla nuova governance presieduta dal Prof. Franzini come la scelta politica, più volte ribadita,

di mantenere l’Ateneo su 3 poli (Centro, Città Studi e Rho-EXPO) e la migliore distribuzione del rischio al 53% sul privato costruttore e al 47% su UniMi (nei documenti di oltre un anno fa il rischio era per ben il 90% sulle nostre spalle).

Il nostro impegno sarà quello di continuare a vigilare e fare da pungolo come fatto in questi 3 anni fuori e dentro l’Ateneo.

Siamo infatti consapevoli che, al di là del valore del progetto scientifico, l’operazione immobiliare sull’area ribattezzata MIND, tra opere pubbliche e private, sarà la più grande operazione di tutta Italia: si ipotizza nell’ordine di grandezza dei 2 miliardi di euro. Sarà pertanto compito di tutti noi lavoratori dell’Ateneo preservare l’importante funzione pubblica che svolge la nostra Università difendendola da possibili interessi esterni contrari al nostro bene comune.

Crono programma:

Bando pubblicato fino al 20/12/2019.

Apertura buste il 9/1/2020.

Progetto esecutivo 2021.

Edificazione 2022/23/24.

Consegna primavera 2025.

Convocazione riunione RSU – 16 luglio ore 10

Vi segnaliamo che martedì 16 luglio 2019 a partire dalle ore 10.00 in saletta RSU , Via Festa del Perdono 3, si riunirà la RSU d’Ateneo con il seguente OdG:

– Comunicazioni;
– Richiesta chiarimento in merito a mobilità biblioteche (concorso n.19260);
– Ipotesi di accordo congedo parentale a ore (mia proposta in allegato);
– Richiesta chiarimento turnazione portinerie (pausa timbrata);
– Telelavoro (richieste respinte e inevase);
– Avvio tavolo politiche conciliative (da settembre);
– Richiesta calendario contrattazione;
– Varie ed eventuali.